MEG Per giovani

Educare ed essere educati

A pochi giorni dall’inizio del Cammino MEG, Giacomo Gagliano racconta la sua esperienza del Bivacco Responsabili e i primi passi nel ruolo di Responsabile per i ragazzi di Biennio.

L’anno MEG è alle porte. Quest’anno ci è voluto più tempo del solito, ma abbiamo voluto fare le cose con calma per evitare di esporre i ragazzi a inutili rischi.

Il weekend del 3 e 4 ottobre noi Responsabili, affiancati dalle nostre guide, abbiamo partecipato al Bivacco di Formazione Responsabili, ospitati nel Seminario di Genova.

Personalmente ho frequentato il MEG da quando e finché mi è stato possibile farlo: il mio percorso è iniziato alle elementari ed è terminato l’ultimo anno di liceo.

Per tutta la durata del ciclo MEG sono stato un ragazzo spiritualmente e umanamente in continua evoluzione. Devo al MEG amicizie storiche ed esperienze indimenticabili, indelebili tra i miei ricordi. Il MEG ha formato in parte la persona che sono. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza le figure più importanti del Movimento: i Responsabili.

La figura del Responsabile è fondamentale nel percorso MEG. “Perché?” Perché è guida per l’educando, ma prima ancora è educando a sua volta, donna e uomo in formazione. Già, perché il Responsabile viene seguito e formato per essere pronto ad affrontare una ‘responsabilità’ del genere. Tale compito formativo è affidato alle guide spirituali, alle coppie di riferimento assegnate ad ogni gruppo MEG e ad ex-responsabili, attraverso le loro preziose testimonianze.

Durante il Bivacco di Formazione ci sono stati forniti, oltre alle linee guida circa l’emergenza COVID-19, per garantire la nostra sicurezza e quella dei nostri ragazzi, spunti per riflettere personalmente sulla Vocazione che ha spinto noi futuri Responsabili a decidere di metterci in gioco.

Grazie al Vademecum del Responsabile MEG abbiamo approfondito la dimensione dell’essere Responsabile e che essere Responsabili significa impegnarsi e agire in ogni ambito di vita. Ci siamo soffermati anche su aspetti più tecnici, come l’organigramma della Comunità di Genova, o su come organizzare e gestire riunioni, Bivacchi e Campi Estivi.

Il tema dell’anno 2020/2021 è rappresentato dalla “PAROLA”. Personalmente credo che investire sul dialogo e sulle relazioni interpersonali e comunitarie sia quanto di più importante ci sia nella Vita di una Persona, a partire dall’esperienza familiare fino ad arrivare all’amicizia, al lavoro e all’amore.

Il team di Responsabili è formato da “vecchie glorie”, con esperienza alle spalle ed “emergenti” che hanno il desiderio di condividere la propria spiritualità e accompagnare i ‘propri ragazzi’ nella loro crescita.

Sono sempre stato al di là delle gerarchie, ‘l’educando che deve essere educato’; o almeno così credevo che fosse. Solo oggi, che prendo la decisione di diventare Responsabile, mi rendo conto di aver interpretato male questa figura. Il primo, vero educando sono io. Solo con la consapevolezza di questa realtà posso coerentemente cercare di lasciare un segno di Vita positivo nei ragazzi con i quali intraprendo questo Percorso di Vita e crescita reciproca da trascorrere insieme.

Giacomo Gagliano
Responsabile del Biennio